Cerca

Il promontorio del Gargano è un territorio largo quaranta chilometri e lungo sessantacinque, denominato Sperone d’Italia e formato da monti, ampie depressioni (dette doline) e vasti altipiani, caratterizzati da oasi naturalistiche rare e suggestive.
Ciò che ha reso celebre il Gargano in tutto il mondo è la bellezza del suo territorio, con 200 chilometri di costa, primitiva e incontaminata, intercalata da pinete, arenili, insenature, macchia mediterranea, dune, grotte, faraglioni e strapiombi. Il Gargano però non è solo mare, ma offre ai suoi visitatori tantissime altre cose: dalla cucina locale, alla ricchezza del patrimonio archeologico, dai paesaggi naturali alla grande varietà della fauna e della flora del Parco Nazionale, dalle tradizioni popolari e le feste, ai santuari e le chiese mete dei pellegrini.
Mentre sulla costa si trovano baie, calette e spiagge bagnate dal mare turchese, nella zona più interna si trovano fitte foreste, fra le quali la famosa Foresta Umbra, con percorsi naturalistici e paesaggi di rara bellezza da ammirare a cavallo, a piedi oppure in mountain bike.
L’intero territorio è formato da diciassette comuni, ognuno con una tradizione ed una particolarità da scoprire. Nella zona sud-ovest si trovano Rignano Garganico e San Marco in Lamis, con il suo antico santuario, San Giovanni Rotondo, famoso per la tomba di Padre Pio, Mattinata e Monte Sant’Angelo, con il borgo storico e la grotta di San Michele Arcangelo. Sulla costa orientale si possono visitare Sannicandro Garganico, Carpino, Cagnano Varano, Ischitella, Vico del Gargano, Rodi Garganico, ma soprattutto Peschici, costruita su uno sperone a picco sul mare e Vieste, una fra le località balneari più famose. Ai piedi del promontorio invece ci sono Lesina, Apricena e Poggio Imperiale. Infine, a sud del Gargano, troviamo Manfredonia, con il suo golfo e una città gloriosa ed antica.